BAIA DEI TURCHI, NON SOLO MARE.

Baia dei Turchi non rappresenta solo un luogo affascinante dove andare a fere il bagno. Su quell’arenile è avvenuto uno dei fatti storici più importanti del Salento.

Il nome infatti fa riferimento all’assalto della flotta turca di Maometto II avvenuto nel 1480.

Circa 150 navi da guerra con 18.000 uomini sbarcarono su questa lingua di sabbia per assediare la città di Otranto.

La battaglia di Otranto ferì profondamente la popolazione idruntina, che vide 800 suoi uomini violentemente trucidati perchè si rifiutarono di convertirsi all’Islam.

Oggi i resti di quei Martini sono conservati nella Cattedrale di Otranto come simbolo di potenza della città.

Certo è che se i Saraceni si fossero lasciati trasportare dalla  magia della baia, anzichè battagliare e seminare terrore, avrebbero potuto godere della strabiliante bellezza del mare salentino.

Ma questa purtroppo è pura fantasia. Voi invece godetevi il panorama e sognate distesi al sole.

(foto: wikimedia commons)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.