Natale salentino imbiancato

Bianco Natale

“Col bianco tuo candor, neve sai dar gioia ad ogni cuor”.

Così recita la prima strofa della famosissima canzone che dà il titolo a questo post, anche se la lieta sorpresa è stata un dono della befana. Inizia con questa storica nevicata il 2017 salentino. Evento tanto raro quanto storico visto che bisogna tornare indietro trent’anni, per rivedere i nostri cari alberi di ulivo bianchi come abeti.

Dato lo spettacolo inaspetato, io e mia moglie non abbiamo esitato un secondo per tornare bambini.

montagne albanesi

Le montagne viste dal Salento

Provo sempre una forte emozione nell’osservare le innevate montagne albanesi. Non mi abituo mai allo spettacolo offerto dalla natura. Se solo non ci fosse il mare andrei a sciare su quei magnifici pendii. In fin dei conti ci dividono solo 80 Km. Dal lungomare di Torre dell’Orso ho come la sensazione di poter toccare quella soffice neve, data la vicinanza.

Consiglio sempre a chi è in vacanza in Salento di dedicare una mattina alla vista delle montagne albanesi. Bisognerà sforzarsi un po’ per alzarsi all’alba, ma come vedete ne vale la pena.

duomo lecce

Alto gradimento per Lecce e suoi monumenti

TRIVAGO ha stilato la classifica mondiale delle mete turistiche più ricercate e Lecce ottiene la 6° posizione. Risultato importantissimo per la città barocca che risalta sempre più la sua bellezza. Piazza Duomo è la ciliegina sulla torta. Ogni volta che varco l’imponente ingresso della piazza, provo sempre una grande emozione. Non mi annoio mai ammirando l’esplosione del barocco che regala la “falsa facciata” del duomo con il vescovato. “Falsa” perché quella che vediamo entrando in piazza è la navata laterale del Duomo e non la sua facciata. A mio avviso una soluzione architettonica geniale, adottata per evitare di trovarsi di fronte ad un muro piatto e senza decori.centro-storico-lecce-6

central park

Piccolo “Central Park” leccese

“Hai visto come hanno ripulito le cave di via San Cesario i volontari del WWF?” mi chiede un amico.
“Quali cave?” chiedo.
“Quelle del quartiere Leuca”.
“E cosa hanno fatto?”.
“Una Foresta Urbana”.

Non ero a conoscenza di questo progetto del WWF e incuriosito dal mio amico, sono andato a fare due passi. Effettivamente lo spettacolo è molto affascinante. In questa vecchia cava ormai in disuso da diversi anni, la natura ha preso il sopravvento dando sfogo alla sua potenza.Grandi alberi di ulivo, peri, cotogni, fichi, limoni e tantissime piante ornamentali, riempiono gli occhi dei visitatori.

Il paziente e scrupoloso lavoro dei volontari del WWF ha permesso la pulizia e la fruizione di una parte di questa immensa aerea, donando a Lecce il suo polmone verde e a tutti noi un piccolo “Central Park”.