La Tajeddha – Riso, Patate e Cozze

E’ la regina delle ricette pugliesi che ha parecchie varianti. Qui trovate la preparazione classica

Per 4 persone:
1 Kg di cozze
250g di riso
500g di pomodorini
500g di patate
2 cipolle
1 zucchina
3 cucchiai di pecorino grattugiato
olio, aglio, prezzemolo, sale, pepe, pane grattugiato.

Pulite le patate (quelle a pasta gialla solo le più idonee), tagliatele a fette e lasciatele in una ciotola ricoperte di acqua in modo che non anneriscano.
Lavate bene le cozze, raschiando il guscio da tutte le impurità e apritele una per una con un coltello adatto in modo che il frutto rimanga tutto in una sola valva. (Il trucco per una perfetta riuscita del piatto è di aprire sempre a mano le cozze in modo che il loro liquido possa essere conservato in una brocca. Se non siete capaci, si possono aprire le cozze in un tegame a fuoco vivace. Ovviamente perderemo il profumo di mare).
Una volta aperte tutte le cozze le mettiamo in un piatto a parte o in un tegame.
Lavate leggermente il riso. Tritate un ciuffo di prezzemolo, pulite due spicchi di aglio e le cipolle. Tenete tutti gli ingredienti a portata di mano.
Prendete un tegame, preferibilmente di creta, e incominciate a ricoprire il fondo con i pomodorini spezzettati e le cipolle affettate, condite con l’aglio e il prezzemolo finimente tagliuzzati, un pizzico di sale, olio, pepe e formaggio pecorino.
Su questo strato sistemate le patate a formare uno strato omogeneo e su di esse posizionate le cozze con il guscio in basso.
Sulle cozze spargete il riso e condite ancora con pomodoro, prezzemolo, aglio, formaggio e olio.
Per ultimo mettete un altro strato di patate e cospargete il tutto con fettine di zucchine e pane grattugiato. Aggiungete l’acqua delle cozze.
Infornate a 180° per 40 minuti. Controllate che ci sia sempre liquido sufficiente, eventualmente aggiungete un pò di acqua per volta, evitando che il tegame, in ultimo, riesca troppo brodoso.
Tale piatto nonn va mangiato troppo caldo.

LEGGI ALTRI ARTICOLI SUL SALENTO